L'associazione "La Miniera" in visita a Stava

dal 02 maggio 2014
 L'Associazione "La miniera" di Darzo ha ricambiato il 1° maggio la visita che la Fondazione Stava,con i ragazzi delle scuole medie di Tesero, aveva fatto un anno fa in valle del Chiese.

Una quarantina di escursionisti hanno percorso il sentiero "La montagna delle scoperte" che da Stava raggiunge , sulle pendici del monte Prestavèl, l'area dove si svolse l'attività mineraria tra il 1960 e il 1985. Dal punto panoramico a quota 1550 m.s.l.m. sono ancora ben visibili i segni sul territorio dell'attività mineraria, dell'area che accoglieva le due discariche degli scarti della lavorazione, del percorso che la colata di fango fece il 19 luglio 1985.

 I punti informativi presso l'accesso alla galleria e a Pozzole dove la presenza di un idrociclone segnala l'area dei bacini di decantazione danno un'idea ben
 precisa delle tecniche usate e degli errori di progettazione, costruzione e manutenzione degli invasi.

Dopo un pasto presso il bar Stradivari la visita al Centro di Documentazione della Fondazione Stava 1985 e la proiezione del docu-fiction "19 luglio" hanno permesso di completare quanto visto e appreso nell'escursione del mattino.

La visita si è conclusa nel pomeriggio con una sosta presso il cimitero monumentale di S.Leonardo a Tesero.