Casa per ferie albergo Miramonti

Ubicazione

Tesero, frazione Stava, via Stava 92; versante sinistro del rio Stava, in p. ed. 731 e 732, a mattina della vecchia strada Tesero-Pampeago

 

Notizie storiche

Poco prima della Grande Guerra, nel 1910, è documentata una piccola locanda, situata a sudest dell’Albergo Alpino (poi Albergo Stava), che nel 1922 è registrata come una distilleria appartenente a Valentino Delmarco di Tesero.

Nel 1934 divennero proprietari dell’immobile, allora chiamato Albergo Silvano, Giuseppe Bongiovanni e Giuseppina Mich, i quali ampliarono l’edificio, che assunse nel 1936 il nome di Albergo Impero.

Nel 1944 la proprietà si trasferì per successione alla figlia Elodia, che diede all’immobile il nome di Albergo Miramonti e lo gestì dal 1948 assieme al marito Bruno Lucchi. L’albergo venne ceduto in affitto dal 1959 in poi; nel frattempo viene rimodernato più volte.

Dal 1975 era gestito come casa per ferie dalle ACLI di Milano.

 

Descrizione

L’albergo Miramonti era di terza categoria; alto quattro piani, aveva 26 camere. All’esterno erano a disposizione degli ospiti un’ampia terrazza, un campo da bocce ed uno per il gioco dei birilli. Presso l’edificio principale si trovava la lavanderia. A monte dell’albergo, in p. ed. 732 era situata la Villa Elodia, abitazione che la proprietaria teneva a disposizione della sua famiglia.

 

Documenti:


Fonti Romano Poier, Andreina Vinante, Maddalena Zen, tutti di Tesero;

documenti dell’Archivio Comunaie di Tesero e Libro Fondiario di Cavalese.

Scheda curata da Federico Fiore, Marco Piazzi, Stefano Vinante e Aldo Zorzi della classe II/C dell’anno scol. 1985/86; riveduta dal sig. Graziano Lucchi nel 1995; scritta al computer da Valerio Mich della classe II/A dell’anno scol. 1994/95